I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. I cookie presenti in questo sito sono esclusivamente di tipo tecnico e non profilano in alcun modo il comportamento dell’utente. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Informativa Cookie.

L'AFRICA CHIAMA ONLUS ONG - Via Giustizia , 6/D - 61032 Fano (PU)

Tel. e fax 0721.865159

Articolo di Silvia Menchetti, collaboratrice in Italia

Oltre trenta bambini iscritti di diverse nazionalità, circa una ventina di volontari coinvolti – servizio civilisti de L’Africa Chiama, giovani studenti e insegnanti - riuniti in tre sale, due volte a settimana per svolgere i compiti e dedicarsi ad attività ludico-didattiche.

Un anno fa in questo periodo stavamo cominciando a pensare alla festa di fine doposcuola, un momento di svago, giochi e merende condivise che segna la fine di un’altro anno di doposcuola trascorso insieme e l’inizio delle vacanze estive.  
Quest’anno è stato diverso, per tutti! E così anche per i volontari e soprattutto per i bambini e le famiglie che frequentano il nostro servizio. Da fine febbraio, con la chiusura delle scuole, anche il doposcuola si è fermato. Ci siamo dovuti prendere una pausa, assolutamente non prevista e non desiderata, proprio in quei mesi che, in verità, rappresentavano un momento cruciale di impegno per i nostri bambini prima della fine dell’anno scolastico. L’emergenza Covid-19 ha stravolto tanta parte delle nostre abitudini e dei nostri programmi e anche il doposcuola in presenza si è dovuto interrompere, per la tutela di tutti.  Ma, come associazione non abbiamo mai smesso di interrogarci su come ripartire e su come poter continuare a far sentire alle famiglie la nostra presenza. Dopo una riunione di staff, il primo passo che abbiamo fatto insieme ad alcuni volontari, è stato quello di chiamare singolarmente ciascuna famiglia per capire, in primis, come stavano dal punto di vista della salute e come stavano vivendo questo particolare momento, puntando a far emergere i loro bisogni specifici.

Questo è sempre il punto di partenza dei nostri interventi in Africa e anche in Italia, ascoltare le necessità dei beneficiari e in base a queste strutturare le nostre azioni. Dalle chiamate è scaturita, prima di tutto, una grande gioia reciproca, data dal sentirsi dopo qualche settimana di assenza e dal trovare tutti in salute, per fortuna. Ma, per quanto riguarda gli aspetti didattici, diversi genitori ci hanno segnalato di vivere delle difficoltà ancora maggiori nell’affiancare i propri figli nello svolgimento dei compiti e soprattutto con alcune materie. Per questo, abbiamo deciso di convertire il doposcuola in modalità digitale e di attivarci con un servizio di supporto a distanza. Così, da un mese circa, due pomeriggi a settimana, grazie alla disponibilità di un gruppo di volontari (tecnologici) aiutiamo i bambini con i compiti, alla presenza dei genitori, scambiandoci foto di schede e pagine di libri, audio-messaggi e video chiamate attraverso WhatsApp, lo strumento che ci è parso più semplice e comodo per tutti.

Sicuramente, dobbiamo ancora strutturarci al meglio e la modalità virtuale è tutta nuova anche per noi, ma i genitori stanno rispondendo positivamente; hanno molto apprezzato questo nostro tentativo e, oltre alle richieste di aiuto compiti, ci mandano messaggi di riconoscenza e gratitudine.
Anche questa volta, abbiamo riflettuto sul fatto che la situazione di emergenza che stiamo vivendo, sì, riguarda tutti, ma non tutti la viviamo “alla pari” e ancora una volta abbiamo scelto di continuare a rimanere a fianco di quei soggetti più vulnerabili, che potenzialmente rischiano di rimanere ancora più “indietro” e ancora più esclusi a causa del Covid-19.

Silvia Menchetti, collaboratrice in Italia de L'Africa Chiama

Guarda l'ultima video-puntata di "L'Africa Chiama On Air" con gli aggiornamenti dei progetti in Italia clicca qui

https://lafricachiama.org/images/doposcuola_gratuito_per_bambini_stranieri.jpg

I volontari della Tanzania si raccontano Giovedì 14 maggio su "L'Africa Chiama OnAir" in diretta streaming

Emergenza Covid–19. Noi ci siamo.

DOPOSCUOLA PER BAMBINI

Ultime Notizie

21.274

bambini raggiunti in Kenya, Tanzania e Zambia.

516.430

totale dei beneficiari diretti e indiretti.

87,83%

percentuale dei fondi raccolti destinati ai progetti in Africa e in Italia.

Guarda i nostri video


https://www.youtube.com/watch?v=OkmzcSGsoBk&list=UUU0gW4zJHUIbtaz2o14tMPQ&index=1IL DOPOSCUOLA AI TEMPI DEL COVID-19IL DOPOSCUOLA AI TEMPI DEL COVID-19

IL DOPOSCUOLA AI TEMPI DEL COVID-19IL DOPOSCUOLA AI TEMPI DEL COVID-19IL DOPOSCUOLA AI TEMPI DEL COVID-19

Seguici su Facebook

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle nostre iniziative eprogetti.